Vaccini Informa

Vaccini: 3 giugno ed un multipiazza senza precedenti per dire “No alla obbligatorietà vaccinale”

Vaccini: 3 giugno ed un multipiazza senza precedenti per dire “No alla obbligatorietà vaccinale”

Vaccini: 3 giugno ed un multipiazza senza precedenti per dire “No alla obbligatorietà vaccinale”
Giugno 04
01:14 2017

3 Giugno 2017, un multipiazza senza precedenti contro la dittatura sanitaria.

25 Piazze di tutta Italia stamane hanno accolto migliaia di famiglie unite nel chiaro intento di dissentire verso una prassi che viola più di tre articoli senza menzionare decreti et similia. Illegittima .

Tutto questo contro l’arrivo del provvedimento che reintroduce l’obbligo di vaccinazione per le iscrizioni a scuola.

milano2

Un operato indegno quello del nostro Ministero della Salute, dello steso Ministro Lorenzin.

Un DDL ancora non pubblicato in G.U  che fa tremare tutti.

Un obbligatorietà senza precedenti, in un paese considerato stato Europeo solo a proprio piacimento. La stessa Turchia ha eliminato l’obbligatorietà vaccinale ma noi, dovremo guidare l’intero programma come fiore all’occhiello.

Politica, medicina, e la loro fusione; la storia ci insegna.

Una manifestazione legittima quella di stamane con la chiara voglia di dare un forte segnale all’intero Governo italiano.

Curioso come il popolo italiano per dissentire verso una procedura illegittima,  debba chiedere il permesso, un vero e proprio paradosso.

Da Milano a Cagliari, un inno alla libertà, contro una criminale prassi che implicherebbe non solo un obbligo di ben 12 (forse anche 13 ) vaccinazioni, colpendo così l’articolo 32.

A questa si aggiunge la violazione dell’articolo 34 che recita quanto segue:

“La scuola è aperta a tutti.

L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita.

I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.

La Repubblica rende effettivo questo diritto con borse di studio, assegni alle famiglie ed altre provvidenze, che devono essere attribuite per concorso”.

(Non dimenticarsi dello stesso DPR 355/99 anch’esso bypassato, per non parlare della Convenzione di Oviedo).

IMPORTANTE.

Ricordate che l’iter del decreto legge, deve essere ancora promulgato dallo stesso Presidente della Repubblica.

Il tempo di attesa è quello di 5 giorni . Dopo la stessa promulgazione, ecco che dovrebbe comparire sulla Gazzetta Ufficiale.

Lo Staff di Vacciniinforma lavora in tal senso e persegue la linea del Codacons (l’Ente a tutela dei consumatori), lo ricordiamo ai moltissimi genitori che hanno già da tempo ricevuto circolari scolastiche che implicano un DDL ancora “fantasma”. Non appena avremo redatto tutti i chiarimenti del caso, saremo celeri nel condividerli con voi.

Nel frattempo quindi, cercate di mantenete la calma e ricordate che qualsiasi istituto scolastico che agisce mediante prassi illegittima è punibile a norma di legge.

25 Piazze hanno detto chiaramente “NO ALL’OBBLIGO VACCINALE”. I media dove sono? Come mai nei tg non se ne parla? Eppure i social oggi ne sono invasi.

Milano, Torino, Bologna, Brescia, Napoli, Padova, Cesena, Catania, Firenze, Cagliari e molte altre. Da nord a sud l’Italia si è mobilitata contro un decreto abominevole quanto fantasma.

Un segnale forte arriva sopratutto da Firenze . Alla manifestazione ha partecipato lo stesso Dr.Miedico, medico legale radiato dall’Albo dall’ordine di Milano perché definito “novax” ( il secondo caso dopo quello del dr. Roberto Gava).

genitori2

Come segno di protesta, i cittadini alla fine di un corteo, partito da piazza san Lorenzo, hanno raggiunto piazza della Repubblica , disseminando lungo il cammino, grembiuli azzurri e rosa.

Non da meno la piazza di Genova che vede scendere in campo la figlia di De Andrè.

Il presidio si è tenuto in piazza De Ferrari, davanti Palazzo Ducale, alle 10.30. Nell’occasione è stato letto un documento firmato da Luvi De Andrè, figlia del cantautore genovese, proprio contro il decreto Lorenzin sull’obbligo di vaccinazione: «I vaccini sono senza alcun dubbio un’utilissima arma di prevenzione a fronte di un reale rischio epidemiologico, ma solo se rigorosamente testati, monovalenti e limitati al caso specifico».

Cortei , striscioni, insomma un chiaro segnale che dovrà essere preso in considerazione poichè il popolo, dice “NO”.

NESSUNA Epidemia in atto , i dati parlano chiaro.

media

Attendiamo la decisione del Presidente Mattarella alla quale Codacons ha consegnato il report AIFA, prima che lo stesso ente lo pubblicasse, OMETTENDO però ben 4.125 casi.

genitori1

Come al solito, il lupo perde il pelo ma non il vizio.

( http://www.vacciniinforma.com/2017/06/02/aifa-pubblica-il-rapporto-biennale-gia-condiviso-da-codacons-i-dati-sono-agghiaccianti/5188 )

 

Sperando in una svolta positiva, vi RICORDIAMO CHE:

Alle proteste di oggi per la libertà di scelta vaccinale se ne aggiungerà una nazionale che si svolgerà la prossima settimana, il giorno 11 giugno a Roma, ore 13:30 da piazza della Bocca della Verità. Da li si svolgerà un corteo e il presidio poi,sotto lo stesso Ministero della Salute.

DI SEGUITO LE FOTO DIVENTATE VIRALI IN POCHE E DI SEGUITO, L’ELENCO DELLE MANIFESTAZIONI SVOLTE IN QUESTA GIORNATA.

genitorimanifest1manifest4manifest3manifest2manifestazione

elenco

 

Share Button

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget