Vaccini Informa

Potenza: Codacons presenta esposto, ancora nessun nesso stabilito tra vaccinazione e decesso della bimba

Potenza: Codacons presenta esposto, ancora nessun nesso stabilito tra vaccinazione e decesso della bimba

Giugno 02
09:51 2017

Potenza, ancora nessun nesso tra il vaccino e la morte della piccola di quattro anni a Lagonegro

rienzi_carlo_fg
Non c’ è ancora alcun nesso certo di causalità tra la morte di una bambina di quattro anni all’ ospedale di Logonegro (Potenza) e il vaccino a cui è stata sottoposta tre giorni prima a Praia a Mare (Cosenza).

Lo fa sapere il dirigente generale del dipartimento Politiche della persona della Regione Basilicata Donato Pafundi, in seguito all’ esposto presentato dal Codacons (Coordinamento delle associazioni in difesa dell’ ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori) alla Procura della Repubblica di Potenza sul caso. “La neonata – spiega Pafundi – era stata sottoposta a vaccinazione nel comune di residenza Praia a Mare e poi trasportata, in emergenza, presso il pronto soccorso dell’ ospedale di Lagonegro il 18 settembre del 2016. Dopo tale circostanza il responsabile aziendale di farmacovigilanza, su segnalazione del medico specialista ospedaliero, ha effettuato l’ inserimento della segnalazione di reazione avversa nell’ apposita rete nazionale dell’ Aifa, riportando nella casella relativa al nesso di causalità la dicitura inclassificabile. La cartella clinica della paziente è stata sottoposta a sequestro da parte dell’ autorità giudiziaria”. Il 15 settembre 2016 alla bambina viene somministrato il vaccino esavalente ma si sente subito male accusando febbre alta, gonfiori a un braccio e difficoltà respiratorie. I genitori decidono di portarla all’ ospedale di Lagonegro dove la piccola muore qualche ora dopo, nonostante i tentativi per rianimarla. A quel punto presentano denuncia e sul corpo della bimba viene disposta l’ autopsia. La Procura di Lagonegro apre un’ inchiesta che coinvolge sette persone: vengono indagati con l’ accusa di omicidio colposo cinque medici in servizio nell’ ospedale di Lagonegro (il primario del reparto di anestesia, due anestesisti, un pediatra e un medico del pronto soccorso), il medico che a Praia a Mare sottopone la piccola alla vaccinazione e l’ infermiera che lo assiste.

Dalle ultime notizie apprese sull’ indagine giudiziaria sembrerebbe che anche i pm di Lagonegro abbiano escluso la pista del vaccino.

Inoltre, sarebbe già stata richiesta l’ archiviazione per cinque delle persone indagate mentre per altre due l’ accusa di omicidio colposo al momento resterebbe valida: non si sarebbero accorti della malformazione che la bambina aveva dalla nascita.

Share Button

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget