Vaccini Informa

Meningite: Codacons procede con Esposto alla Procura della Repubblica di Catania

Meningite: Codacons procede con Esposto alla Procura della Repubblica di Catania

Meningite: Codacons procede con Esposto alla Procura della Repubblica di Catania
Gennaio 15
06:40 2017

PROCURATO ALLARME MENINGITE: ESPOSTO CODACONS ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI CATANIA.

Intanto il Codacons, organo a tutela dei consumatori, continua a lavorare in maniera minuziosa e continuativa, cercando di fare chiarezza in merito a questo procurato allarme -assolutamente inaccettabile- .

codacons

Il CODACONS ha depositato un esposto alla Procura della Repubblica di Catania in cui si chiede di indagare per i reati di procurato allarme e abuso di atti d’ ufficio a seguito dell’ ingiustificato allarme meningite scoppiato negli ultimi mesi.

Lo rende noto Francesco Tanasi Segretario Nazionale CODACONS. La richiesta del CODACONS – afferma l’ avv. Carmelo Sardella Dirigente dell’ Ufficio Legale Regionale- è legata al pericoloso allarmismo generato intorno ai casi di meningite registratisi nel territorio nazionale e catanese tra fatti veri e allarmismi inutili ed ingiustificati. Pur essendo i numeri sull’ incidenza della malattia pienamente nella norma, infatti, si è scatenata una corsa ai vaccini che determina non solo spese a carico dei cittadini per decine di milioni di euro, ma anche palesi rischi e discriminazioni tra utenti a seconda della zona di residenza.

Troppo spesso si alimentano paure ataviche con i mezzi di informazione e purtroppo, afferma il Codacons, la gravità risiede nel fatto che le stesse istituzioni sanitarie hanno permesso che si amplificasse una vera e propria psicosi di una epidemia che mai si è verificata e che mai si potrà verificare, temporeggiando nel dare informazioni importanti affinché si potesse ristabilire la verità.

A seguito del clamore suscitato dai casi censiti in varie regioni italiane, la corsa spesso ingiustificata al vaccino anti-meningite ha fatto più che raddoppiare il numero delle dosi fornite alle asl sul territorio facendo registrare un + 130% nello scorso mese di dicembre.

Tuttavia, si dimentica che le reazioni avverse ai farmaci (raf) sono state indicate nel 2008 come la quinta maggiore causa di mortalità ospedaliera in europa. I vaccini sono indubbiamente prodotti farmaceutici. Secondo la corte suprema americana, inoltre, “i vaccini sono inevitabilmente rischiosi”, questo implica che dove la vaccinazione è obbligatoria alcuni bimbi vaccinati subiranno danni più o meno gravi e permanenti.

I genitori dovrebbero pertanto essere incoraggiati ed educati a compiere scelte informate e consapevoli per i propri bambini e dovrebbero conoscere pienamente i rischi collegati alla vaccinazione come alla non vaccinazione.

Nell’ ottica di tutela della collettività ed in particolare di una corretta informazione in materia di salute e di vaccinazioni il Codacons ha deciso di chiedere alla Procura di Catania che si accerti se i comportamenti di soggetti pubblici e privati e le loro dichiarazioni apparse sui mass media abbiano contribuito a scatenare il panico nella popolazione, e se siano in tal caso ravvisabili gli estremi per il reato di procurato allarme o abuso di atti d’ ufficio, e se tali proclami possano avere celato possibili interessi speculativi volti a favorire le aziende farmaceutiche produttrici dei vaccini, risultando gli stessi idonei a produrre un inutile allarmismo ingenerando una distorta convinzione nella collettività.

Share Button

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget