Vaccini Informa

La testimonianza di Giulia: Una vita cambiata,chi ne paga il conto?

La testimonianza di Giulia: Una vita cambiata,chi ne paga il conto?

La testimonianza di Giulia: Una vita cambiata,chi ne paga il conto?
Maggio 08
00:23 2015

Vacciniinforma ringrazia la mamma di Giulia,la signora Anna Pezzotti per questa Testimonianza.

Ci stringiamo a questa famiglia con la speranza che la divulgazione di questa storia triste e vera, arrivi a chi deve arrivare.

Con la speranza che la testimonianza di ogni danneggiato abbia voce e che coloro che hanno la possibilità di poter cambiare le cose, lo facciano.

Giulia ed una vaccinazione contro il Papilloma virus; 3 le dosi eseguite.

Una profilassi vaccinale senza screening,senza informazioni.
Un danno subito e in maniera omertosa taciuto. La storia di una madre che non si ferma dinnanzi ad un parere statico.
La storia di Anna una forte donna,una mamma straordinaria.
La storia di Giulia,una ragazza che patisce le conseguenze di un sistema marcio ed errato.
Non è solo Giulia;  molte purtroppo sono le donne in tutto il mondo danneggiate dal suddetto vaccino, e i dati lo confermano.
Basta omettere,basta tacere.
Chiediamo presenza delle Istituzioni,tutte.
Dinnanzi a questa realtà nessuno dovrebbe girarsi dall’altra parte.
Chiediamo  trasparenza e una CORRETTA INFORMAZIONE.

Grazie ancora alla forza e alla speranza di queste due donne

mani genitore figlia

“Ciao,sono Anna Pezzotti,la mamma di Giulia e vi racconto la nostra storia.
Giulia viene vaccinata per il Papilloma virus (GARDASIL) nel 2010 effettuando le prime due dosi, e successivamente,nel 2011 Giulia effettua la terza dose.

Dopo la seconda dose Giulia presenta mal di testa, dolore muscolare, formicolio, vertigini, nausea. Riferisco il tutto al pediatra,il quale  non trova una correlazione col vaccino.

Questi sintomi però continuano a presentarsi, ed in particolare mal di testa e vertigini. Dolori muscolari meno frequenti.

A Febbraio 2011 a Giulia venne somministrata la terza dose, e tutti i sintomi si ripresentano in maniera più pesante e frequente.

Anche in questa circostanza il pediatra mi assicura che la causa non sia attribuibile al vaccino, ma ad una problematica personale tra Giulia e il suo papà il quale le causava una serie disturbi.

Più volte dovevo andare a prenderla a scuola perché si sentiva svenire, aveva sempre caldo. Si sentiva sempre stanca, dormiva moltissimo o viceversa non riusciva ad addormentarsi.
Ad Agosto 2012 Giulia viene ricoverata per erisipela alla gamba sx . Oltre al dolore alla gamba aveva sempre mal di testa, capogiri, stanchezza. Dimessa torna a camminare normalmente ed i dolori ( testa, muscoli) sono saltuari.

In presenza di dolore somministravo Oky.

Ad Ottobre 2012 viene nuovamente ricoverata dopo essere svenuta a scuola. Nei giorni precedenti lamentava forte dolore alla testa, dolori muscolari, faceva fatica a camminare e piegare la gamba sx, aveva vertigini e un forte calore. Anche lo studio diventava un problema, poca concentrazione, sempre stanca.

Non tollerava né abiti né riscaldamento. Quando e’ stata portata in ospedale presentava rush viso e corpo, chiazze rossastre che poi sono sparite.

Qui dopo vari accertamenti, alcuni valori del sangue non andavano bene, globuli bianchi molto bassi, piastrine idem, TAC negativa, nonostante la presenza di tutti i problemi riscontrati al momento del ricovero, viene dimessa e mi dicono di rivolgermi a Brescia presso il reparto di malattie autoimmuni reumatologiche.
Dopo essermi consultata col medico di Giulia, decido di portarla a Genova (con un  periodo che va dal 10/11/12 al 16/11/12) dove viene ricoverata.

Giulia presenta sempre gli stessi sintomi ma riferisce anche di vedere oggetti che si muovono nella stanza o di vedere tre volte lo stesso oggetto.

  • Qui viene diagnosticato il Parvovirus B19 e ci consigliano di portare Giulia da un neuropsichiatra. I medici reputavano che la causa dei problemi della ragazza fossero frutto dei problemi personali con il suo papà,nonostante non fosse stata visitata da un neuropsichiatra. Questi Dottori ritenevano quindi che la causa non fosse organica ma psicologica.

Tornati a Lonato, Giulia viene seguita da un neuropsichiatra ed egli stesso, dopo varie corse al Pronto Soccorso ed un altro ricovero a Brescia, dichiara che i problemi di Giulia avevano causa organica e non psicologica.

Egli stesso aveva contattato i medici al PS di Brescia sostenendo questa tesi in nostra presenza ma nonostante questo Giulia è stata dimessa per l’ennesima volta senza diagnosi ufficiale e con la solita spiegazione dei problemi psicologici di Giulia.

Giulia intanto peggiora,così decido di cambiare ospedale e vado a Verona. La gamba sx di Giulia era  “divisa” in tre zone; dall’anca al ginocchio calda, dal ginocchio a metà polpaccio tiepida e da metà polpaccio al piede totalmente gelida (tale situazione persiste tuttora).

Gli arti inferiori avevano temperatura totalmente diversa tra di loro e le unghie del piede sx si annerivano. Giulia viene ricoverata a Verona (dal 22 al 24.04.2013) ed anche qui iniziano una serie di accertamenti. Gli ANA risultano positivi (1:320) ma non ci sono altri fattori importanti per una diagnosi. La saturazione del sangue va bene,non ci sono problemi.

Non ci sono trombi o altro. Tutti gli esami negativi. Viene riscontrata una miosite al polpaccio sx, che ad oggi sembra svanita. Per due mesi Giulia pare “semi-paralizzata” dall’arto sx. Non lo piegava, non lo muoveva, fitte fortissime, (lei diceva che sembravano aghi che pungevano tantissimo).

La gamba ed il viso si gonfiavano e sgonfiavano più volte al giorno e accade tutt’oggi. A Luglio 2013 ricomincia a camminare senza l’ausilio di stampelle; i dolori erano sempre presenti ma più sopportabili. Verso la metà del ciclo mestruale i dolori riapparivano fortemente e non riusciva a fare nulla. Stava a letto, al buio, la luce le dava fastidio, non tollerava nessun rumore, solo la sua musica diventata per lei unica medicina .
Da Novembre 2013 le crisi si fanno nuovamente più frequenti e forti e non solo durante l’ovulazione.
Ci rechiamo più volte in day hospital a Verona ma nessuna novità. Nessuno si spiega cosa stia accadendo.

Vengono mano a mano scartate alcune ipotesi (sindrome di Guillan Barré, Pots, Lime, borellosi ecc.) mancando sempre alcuni elementi che le potessero confermare.

I medici non sanno che pesci pigliare.
Anche gli ANA secondo la Dottoressa erano rientrati; la stessa,non ha una spiegazione per tutto questo e non sa come proseguire. Il problema e’ che Giulia non sta bene. Dal 17 Febbraio 2014, dopo altra sincope, non riesce nemmeno a frequentare la scuola, nuovamente riesce a camminare solo con stampelle. Ha spesso vertigini e capogiri, dolori ai polsi, a tutta la muscolatura, alla gamba sx, la testa le scoppia (come asserisce lei), la sua concentrazione è limitata, non dorme di notte, è sempre più nervosa, se legge deve fermarsi perché il dolore alla testa aumenta. Il suo umore è molto volubile, alterna momenti/giornate di serenità ad altri di irritabilità e nervosismo.

A metà Aprile 2014 riferiamo alla Dott.ssa che la segue, dei dubbi sul vaccino Gardasil, ma lei nega che da tale vaccino possano derivare questi sintomi.

Da allora la stessa Dottoressa non si fa più sentire e non risponde alle nostre richieste.

Aveva promesso che ci avrebbe contattato un’altra Dott.sa (asl Verona, competente per i danni da vaccinazioni) ma nessuna chiamata è arrivata.

Dopo Pasqua Giulia doveva essere ricoverata a Verona per altri accertamenti ma la Dott.sa non ha più fissato alcun ricovero ,scrivendomi di aver chiuso il DH di Giulia in quanto lei è contraria alle cure omeopatiche e che ha altri casi più urgenti rispetto a Giulia.
In tutto questo periodo sono stati somministrati a Giulia cortisone, Aulin, tachidol, vari antinfiammatori ma senza alcun risultato.
Saltuariamente presenta piccoli foruncoli sul ventre che poi spariscono, vescicole in bocca, herpes labbiale.
Al momento Giulia non trova giovamento con questa terapia, i sintomi persistono e le crisi forti diventano più frequenti. Anche la sua non tolleranza al caldo è aumentata.
Abbiamo interpellato anche medici omeopati.

Il Dott. Conte,il quale ha messo in contatto con il Dott. Shoenfeld di Tel Aviv in quanto secondo lui Giulia potrebbe avere la Sindrome di ASIA.

Ho parlato direttamente con il Medico israeliano che mi confermava questa ipotesi.

In Italia però non ho trovato nessuno a sostegno di questa ipotesi e pertanto nessun aiuto per mia figlia.

A Dicembre 2014, mentre era a scuola, Giulia sviene per 8 volte consecutive, con dolori fortissimi a tutto il corpo. Portata in ambulanza a Desenzano, spieghiamo ai medici tutto il suo decorso e le perplessità sul vaccino somministrato a Giulia.

  • Il Primario del PS dopo essersi consultato con la responsabile della farmacia (AIFA) ci mette in contatto con lei,la quale conferma una possibile reazione avversa a vaccino.

Nei loro registri infatti risultavano 900 segnalazioni avverse delle quali, 180 presentavano gli stessi sintomi di mia figlia. Viene pertanto fatta la segnalazione. Giulia viene dimessa il mattino successivo ed il primario mi consiglia di portare Giulia presso un reparto di neurologia all’avanguardia.
Il 09/03 siamo rientrate in ospedale a causa di una forte tachicardia; nonostante fosse a letto da giorni, aveva battiti acceleratissimi.
Ad oggi nessuna terapia, nessuna cura per poterla aiutare!
Grazie per la vostra attenzione”.

 

 

NESSUNA CURA,IL SILENZIO E LE REAZIONI OMESSE.

OMERTA’ DI QUALCHE CAMICE DINNANZI ALLA FORZA E AL DOLORE DI UNA MAMMA IMPOTENTE A TUTTO QUESTO CON COMPORTAMENTI IMMORALI E SCORRETTI.

QUANTO POTRA’ DURARE CIO’?

A TAL PROPOSITO RICORDIAMO UN PRECETTO FONDAMENTALE A CUI SI DOVREBBE GIURARE LA PROPRIA FEDELTA’.

“Non Nuocere”

QUESTA FEDELTA’ A CUI MOLTI CAMICI HANNO RINUNCIATO,PROSEGUENDO PER UNA STRADA DIVERSA.
IL PRINCIPIO CARDINE DELLA MEDICINA È QUELLO DI “PRECAUZIONE” IN BASE AL QUALE, DI FRONTE ALL’IMPOSSIBILITÀ DI ESCLUDERE LA DANNOSITÀ DI UN FARMACO O DI UN INTERVENTO, IL MEDICO CI SI DOVREBBE ASTENERE;
PRINCIPIO CHE NEGLI ULTIMI DECENNI È STATO ABBANDONATO PER SEGUIRE QUELLO – PER LORO ASSOLUTAMENTE PRIORITARIO – DEL PROFITTO.. (non per tutti,ovviamente)

 

***Questo Blog ricorda di avere il consenso per la divulgazione della suddetta testimonianza. Chiunque violerà ciò, condividendo e  modificando la medesima, sarà passibile di denuncia.

Share Button

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget