Vaccini Informa

Vaccino Fluad, 5 morti sospette e denunce in 104 procure

Vaccino Fluad, 5 morti sospette e denunce in 104 procure

Novembre 28
18:45 2014

Vaccino Fluad, 5 morti sospette e denunce in 104 procure


L’Aifa vieta l’uso di due lotti di vaccino antinfluenzale il Fluad


L’Aifa vieta l’uso di due lotti di vaccino antinfluenzale il Fluad


Roma – «Stanno arrivando segnalazioni» anche in relazione ad «altri lotti» del vaccino antinfluenzale Fluad. Tuttavia, «dobbiamo confermare tali segnalazioni». Lo ha affermato il direttore generale dell’Aifa, Luca Pani, a RaiNews24.


 

Sono cinque le segnalazioni ufficialmente giunte all’Aifa per decessi di anziani dopo l’assunzione del vaccino antinfluenzale Fluad . Lo conferma la stessa Agenzia precisando che al momento non è però possibile stabilire una relazione diretta tra vaccinazione e decessi.


 

In particolare, per il caso di un uomo ottantenne di Prato deceduto ieri, secondo quanto si apprende, le verifiche avrebbero già escluso la relazione con la vaccinazione.


 

Aifa, Pani: «Non escludiamo il ritiro cautelativo di altri lotti»


 

«Non escludiamo il ritiro cautelativo di altri lotti». Lo ha detto Luca Pani, direttore generale dell’Aifa, riferendosi ai decessi legati alla vaccinazione antinfluenzale, ribadendo che «stanno arrivando segnalazionì’ anche in relazione ad «altri lotti» del vaccino antinfluenzale Fluad.


 

Aifa, Pani: «Molte segnalazioni, altri casi sospetti»


 

«I casi sono cinque e stanno arrivando altre segnalazioni che stanno esaminando». Lo ha detto il direttore generale dell’Aifa, Luca Pani a margine di un convegno a Firenze riferendosi a malori o decessi legati alla vaccinazione antinfluenzale


 

Anziano morto a Como, disposte verifiche


 

L’Asl di Como ha disposto verifiche sulla morte di un anziano, avvenuta la scorsa settimana, per accertare se sia correlata all’impiego del vaccino Fluad. L’uomo aveva una situazione clinica «di co-morbidità complessa». Il vaccino, insieme ad altre due tipologie ( Vaxigrip e Intanza) è tra quelli forniti dalla Asl per la campagna di antinfluenzale.


 

L’Asl ha inoltrato le segnalazioni anche alla rete della Farmacovigilanza dell’Agenzia Italiana del Farmaco per le opportune verifiche. In attesa delle risultanze degli approfondimenti da parte dell’Agenzia del Farmaco, per garantire tutela e sicurezza agli utenti, l’azienda sanitaria comasca ha invitato i medici di medicina generale «a sospendere l’utilizzo del vaccino Fluad nella campagna vaccinale in atto, e di proseguire la campagna con le normali modalità avvalendosi esclusivamente dei due restanti farmaci (Vaxigrip e Intanza) a disposizione».


 

In Toscana 60mila persone vaccinate con le dosi a rischio
Sono 60 mila i toscani vaccinati con dosi di vaccino, che era destinato solo agli anziani, appartenenti ai lotti a rischio ma «al momento abbiamo una sola segnalazione, quella del decesso di Prato». Lo spiega l’assessore toscano alla salute, Luigi Marroni. Nessuna dose è stata utilizzata per i bambini.


 

Morte a Prato, aperta un’inchiesta
La procura di Prato ha aperto un’inchiesta sulla morte del novantenne che aveva assunto una dose del lotto del vaccino ritirato dall’Aifa. Al momento si tratta di un fascicolo di atti relativi senza titolo di reato e indagati in attesa di capire se ci siano correlazioni tra la vaccinazione e la morte (le prime verifiche sembrerebbero escludere in questo caso la relazione). La procura starebbe valutando la riesumazione della salma, già tumulata.


 

La Procura di Siena apre un’inchiesta
La Procura di Siena ha aperto un’inchiesta sulla vicenda del vaccino antinfluenzale Fluad prodotto dalla Novartis, due lotti dei quali sono stati bloccati ieri dall’Aifa. Secondo quanto si apprende da fonti vicine alla Procura, non ci sarebbero iscritti nel registro degli indagati.


 

Nuova morte sospetta a Lecce
Una paziente anziana, affetta da diverse patologie, è morto nei giorni scorsi in Salento, tre giorni dopo la somministrazione del vaccino antinfluenzale Fluad. Lo si apprende dall’Istituto epidemiologico della Regione Puglia che ha informato l’Aifa che ha avviato accertamenti.


 

La vittima è una donna di 84 anni, di Martano (Lecce), affetta dal morbo di Parkinson e diabetica, morta il 24 novembre scorso, tre giorni dopo la somministrazione del vaccino antinfluenzale Fluad. È stato il medico curante della vittima a segnalare alle autorità competenti il possibile nesso causale tra la somministrazione del vaccino e il decesso.


 

L’assessore Montaldo ai liguri: «I vaccini disponibili sono sicuri»
La campagna vaccinale antinfluenzale può riprendere in tutta la regione a partire da oggi con tutti gli altri vaccini. Lo ha comunicato l’assessore alla salute della Regione Liguria dopo il blocco deciso dall’Aifa di due lotti del vaccino Fluad.


 

Dopo la verifica compiuta nella notte e nella mattina dal dipartimento salute e dall’agenzia sanitaria regionale della e Liguria presso tutti i servizi sanitari e i soggetti interessati è emersa la presenza in Liguria di 1500 dosi dei due lotti di vaccini solo presso la ASL 2 Savonese. Di questi circa 1000 sono già stati consumati dal 19 al 26 novembre e le persone a cui sono stati somministrati – a quanto si apprende – non hanno avuto problemi. Le restanti 500 dosi sono state bloccate.


 

L’assessore alla salute della Regione Liguria ha invitato tutti i cittadini, tra coloro che risiedono nella ASL 2 Savonese che riscontrano reazioni avverse, a mettersi in contatto con il medico di famiglia ed eventualmente con il 118 per segnalare eventuali anomalie. Il suggerimento a tutta la popolazione è comunque quello di continuare a vaccinarsi, tenendo conto dell’importanza della vaccinazione soprattutto per i soggetti anziani e con patologie.


 

Il Codacons: «Esposto in 104 Procure»
Intanto, crescono allarme e polemiche: Codacons e Ministero della Salute si scontrano sull’eventuale blocco di tutta la campagna di vaccinazione in Italia.


 

Il Codacons ha deciso di presentare un esposto a 104 Procure della Repubblica di tutta Italia: lo scopo è quello di chiedere il sequestro dei lotti di vaccino sospetti, e di diffidare il Ministero della Salute a bloccare immediatamente la campagna per la vaccinazione avviata in Italia.

A rappresentare Codacons è lo stesso presidente dell’associazione Carlo Rienzi, aggiungendo che «Di fronte a ciò che sta accadendo e in base al principio di precauzione è semplicemente assurdo continuare ad invitare gli italiani a vaccinarsi».


 

Secondo il Codacons, «il Ministero deve sospendere subito la campagna antinfluenzale e l’Aifa deve bloccare la pubblicità pro-vaccini avviata in questi giorni su giornali e tv. Sostenere le vaccinazioni di massa equivale non solo a mettere a rischio la popolazione, considerati i possibili effetti negativi dei vaccini, ma anche ad alimentare un business che vale 32 miliardi di euro all’anno nel mondo e che ingrassa oltremodo le casse delle case farmaceutiche».


 

«Siamo pronti – conclude Rienzi – a denunciare alla magistratura l’Aifa e le autorità sanitarie italiane se non saranno adottati concreti provvedimenti tesi a tutelare la salute dei cittadini e sospendere campagne che favoriscono le multinazionali dei vaccini. Intanto stiamo preparandoun esposto a 104 Procure per chiedere il sequestro di tutti i lotti sospetti».


 

L’Iss: «Continuare la campagna antinfluenzale»
L’Istituto Superiore di Sanità invece, afferma di «supportare la decisione dell’Aifa di ritirare in via cautelativa i lotti dei vaccini a cui sembra siano associate gravi reazioni avverse, a riprova dell’attenzione del Sistema Sanitario Nazionale alla sicurezza ed alla salute dei cittadini», ma al contempo «raccomanda fortemente di continuare nella campagna vaccinale anti-influenzale».


 

 

FONTE DELL’ARTICOLO DI SEGUITO


 

http://www.ilsecoloxix.it/p/magazine/2014/11/28/ARQjm3hC-vaccino_sospette_denunce.shtml


 

Vaccino antinfluenzale, due morti a Roma


VACCINOANTINFLUENZALE

Allarme anche a Roma per gli effetti del vaccino antinfleunzale Fluad.


Due persone anziane sono morte dopo che avevano fatto quel tipo di vaccino. Una signora di 92 anni è stata portata al Gemelli dove è morta, l’altra in una casa di cura privata. Le salme sono a disposizioni dell’autorità giudiziaria. Il vaccino era già stato ritirato anche nel Lazio nei giorni scorsi.


Venerdì 28 Novembre 2014


FONTE DI SEGUITO


http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/vaccino_morti_roma/notizie/1038226.shtml


ARTICOLO PRECEDENTE A QUESTO CORRELATO


460.000 dosi di vaccino anti-influenza bloccate, 2 morti in Sicilia e una in Molise


 <p>(Infophoto)</p>


27/11/2014


 

“Anche io ho fatto il vaccino Fluad un mese fa. Non dobbiamo creare allarme. Abbiamo deciso il divieto di utilizzo di due lotti, per un totale di 460 mila dosi. Ma si è trattato di un provvedimento cautelativo”. Lo ha affermato Luca Pani, direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), a Roma a margine del 78esimo Heads of Medicine Agencies meeting.


 

I tre decessi sospetti che hanno portato al blocco di due lotti del vaccino antinfluenzale Fluad di Novartis riguardano tutti “anziani over 65, due donne e un uomo – ha riferito Pani – Due sono avvenuti in Sicilia e uno in Molise. Le cause della morte sono state in un caso siciliano arresto cardiavascolare, negli altri infiammazione del sistema nervoso centrale. Un decesso è avvenuto nell’immediatezza” della vaccinazione, “le altre entro le 48 ore. Abbiamo ricevuto la segnalazione della reazione avversa il 25 novembre”, ha aggiunto Pani, evidenziando che “c’è stato un ritardo tra l’insorgenza della morte, tra il 12 e il 18 novembre, e la segnalazione. Un gap che dobbiamo verificare. Per ora non sappiamo cosa è potuto accadere”.


 

Il Dg dell’Aifa ha puntualizzato infine come la relazione fra i tre decessi e la vaccinazione non sia certa. “Tra qualche settimana – ha stimato – sapremo se i lotti del Fluad hanno un difetto di produzione. A dirlo sarà l’Istituto superiore di sanità, ma io non credo. Se fosse stato così avremmo avuto 3 mila decessi”.


 

Secondo il presidente dell’Aifa Sergio Pecorelli, sentito dall’Adnkronos Salute, “non c’è nulla che non vada nel vaccino in sé. Se dovessero esserci problemi, sarebbero nella confezione”. L’Aifa tiene infine a rassicurare la popolazione e a ricordare l’importanza della profilassi anti-influenza: “I vaccini sono una risorsa preziosa e insostituibile – afferma l’Agenzia – per la prevenzione dell’influenza stagionale e delle sue complicanze, che possono dare luogo a casi di intensità severa e colpiscono con frequenza maggiore in particolare gli ultrasessantacinquenni e i pazienti affetti da condizioni croniche preesistenti”.


 

FONTE DI SEGUITO


 

http://www.adnkronos.com/salute/sanita/2014/11/27/dosi-vaccino-anti-influenza-bloccate-morti-sicilia-una-molise_6vodXzsF2CwRED89y9tUoK.html?utm_source=dl


 

Share Button

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

0 Commenti

Ancora nessun commento!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Only registered users can comment.

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget