Vaccini Informa

Multa record in Cina per GlaxoSmithKline. L’accusa è corruzione

Multa record in Cina per GlaxoSmithKline. L’accusa è corruzione

Settembre 19
15:41 2014

Multa record in Cina per GlaxoSmithKline. L’accusa è corruzione

19 settembre 2014

Aggiornamento fonti Agosto 2015 a fine articolo

Un tribunale cinese di Changsha, la capitale della provincia dello Hunan, ha multato il colosso farmaceutico britannico GlaxoSmithKline per 3 miliardi di yuan (circa 380 milioni di euro) per aver corrotto medici e funzionari pubblici cinesi affinché usassero i suoi prodotti negli ospedali. Lo riferisce l’Associated Press che ha spiegato che si tratta della multa più pesante mai decisa da un tribunale cinese.

Gli ex manager Gsk Cina, tra cui l’ex numero uno Mark Reilly, sono stati condannati con pene dai due ai quattro anni di carcere. Le notizie dalla Cina arrivano in maniera frammentata e ancora non si conoscono i dettagli della vicenda e nemmeno chi è stato condannato e con quali pene.

Del processo si sa che è stato avviato nel 2013 e al centro delle indagini c’è il sistema di corruzione messo in piedi dalla società british per fare aumentare il giro di affari nella sanità pubblica cinesi per un giro di 150 milioni.

GlaxoSmithKline ha sempre cercato la collaborazione con le autorità cinesi e sul sito si può leggere uno statement dove si chiede scusa ai pazienti e alle istituzioni cinesi, sottolineando che chi ha agito, lo ha fatto contro le regole della multinazionale, creando un danno all’azienda stessa. Nel documento si legge: «La Cina è un mercato importante per Gsk. Abbiamo investito massicciamente in Cina, spendendo finora oltre 500 milioni di dollari, creando più di 7mila posti di lavoro e creando strutture di produzione in loco. In Cina abbiamo realizzato il nostro più grande centro di ricerca e sviluppo sulle malattie neurodegenerative come la malattia di Alzheimer».

 corruzione_3830_800_800

La Società GlaxoSmithKline (GSK $) è stata messa in ginocchio da accuse di corruzione in tutto il mondo! Le accuse stanno emergendo ovunque dalla Polonia, al Medio Oriente. Attualmente la casa farmaceutica si trova di fronte a nuove richieste in Romania, quasi un anno dopo che è stata multata per le accuse di corruzione in Cina .

Si stanno esaminando i sospetti pagamenti illeciti in Romania elencati nelle e-mail di un informatore, inviate ai dirigenti della società. L’informatore sostiene che la società ha pagato centinaia di medici rumeni per migliaia di euro, tra gli anni 2009 e 2012 per la prescrizione dei propri prodotti, compresi i farmaci per la cura della prostata Avodart e Duodart e per il Parkinson e della malattia Requip.

Ma le accuse non si fermano qui.

La Soc. GSK è sospettata anche per aver corrotto medici offrendo più viaggi internazionali e consegnando loro denaro con il pretesto di partecipare a comitati consultivi.

Le argomentazioni di cui nella e-mail riguardano un periodo precedente al 2013, prima che l’azienda si fosse impegnata a sospendere erogazioni in denaro a medici – uno sforzo destinato a ripulire la sua immagine offuscata.

Multa record in Cina per GlaxoSmithKline. L’accusa è corruzione (Settembre 2014)

GlaxoSmithKline accusata di corruzione in Polonia (2014)

Vaccini sperimentati su bambini poveri: in Argentina muoiono 14 neonati (2012)

Share Button

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

0 Commenti

Ancora nessun commento!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Only registered users can comment.

Like Us On Facebook

Facebook Pagelike Widget